Parte da Treviso l’azione legale, la pillola avrebbe provocato episodi tromboembolici in molte donne.

indexTREVISO. Aveva 26 anni quando per un'embolia celebrale è entrata in coma. Oggi di anni ne ha 36 anni, sopravvive, in stato vegetativo, con i genitori costretti ad occuparsi di lei notte e giorno. Questa donna, di San Bonifacio in provincia di Verona, è una delle iscritte all'associazione Salute & Diritto che lo studio legale Calvetti & Lawyers, ha deciso di rappresentare depositando una denuncia-querela alla Procura della Repubblica di Torino (al pm Raffaele Guarignello, andato in pensione il 30 dicembre, sostituito ieri da Vincenzo Pacileo) volta ad indagare e accertare l'operato di Bayer..........

Leggi tutto l'articolo pubblicato da "il mattino di Padova"